Archivio per maggio, 2011

Il Pd lascia trapelare informazioni da documenti riservati riguardanti i possibili luoghi di costruzione di centrali elettronucleari in Italia

12 e 13 Giugno i castiglionesi chiamati al referendum:

 per la Toscana si parla di isola di Pianosa, costa nord tra Piombino e Cecina, costa sud fino a Follonica, costa grossetana prima e dopo l’Argentario.

I castiglionesi sono chiamati ad esprimere la loro opinione riguardo l’installazione di centrali nucleari sul territorio nazionale. Tra le sedi designate dal governo attuale per l’eventuale costruzione dei siti nucleari troviamo i nomi delle cittadine di Montalto di Castro e di Scarlino, molto prossime al territorio comunale se non addirittura attigue: tutti noi castiglionesi siamo così tra i principali interessati alla chiamata alle urne.

Ma ci sono dei rischi? L’impatto ambientale ci deve preoccupare? Avremo dei guadagni?

I rischi non c’è bisogno di illustrarli: le immagini di Chernobyl e Fukushima sono ben vivide e ci hanno ricordato che procedure di sicurezza e controlli continuati possono davvero poco contro l’imprevedibilità dell’errore umano e la forza della natura. Possono la digitalizzazione e l’automazione delle procedure di sicurezza, la presenza di personale altamente formato e la costruzione di edifici altamente sicuri, essere un valido buon motivo per non temere la contaminazione della nostra terra, del nostro padule, del nostro mare? Potremo noi accogliere a braccia aperte tale rischio, proprio noi che tanta bellezza abbiamo da perdere?

Valutiamo l’impatto ambientale: la 4° generazione di centrali sembra avere una sicurezza ed una efficienza migliorate, inoltre hanno un sistema di trattamento delle scorie radioattive integrato che dovrebbe abbattere notevolmente costi e scorie. Il problema è che le centrali di 4° generazione sono ancora in fase di progettazione, non sono ancora state sperimentate e i loro costi sono altamente proibitivi. Le scorie radioattive così rimangono un quesito da prendere in considerazione: chi acconsentirà al loro trattamento? Chi al loro stoccaggio? Entrambi i processi se svolti “in loco” ci esporrebbero ad un rischio continuo di fuga radioattiva ed inquinamento delle falde acquifere, se svolti altrove il loro trasporto (presumibilmente da svolgersi su rotaia) sarebbe problematico e comporterebbe i rischi di un normale trasporto ferroviario incrociati a quelli delle scorie nucleari.

Per quanto riguarda i guadagni le centrali forniranno una quantità di energia a costo praticamente irrisorio che permetteranno un grande guadagno per lo stato, permettendo così una autonomia (anche se parziale) dagli altri paesi produttori. Ma prima di parlare di guadagni dobbiamo parlare di spese e di investimenti: il costo iniziale sarà molto elevato, l’eventuale centrale non sarà pronta prima di un decennio, quando entrerà a piena produzione passeranno degli anni per recuperare i costi e solo dopo due o tre decenni potremmo parlare di guadagni, tenendo fuori dal conto le spese di manutenzione e controllo.

Voglio riportare poi una cosa che mi ha colpito molto durante una assemblea universitaria riguardo le energie rinnovabili due anni fa: la cosa più eclatante fu un grafico sulle prospettive di durata delle risorse di energia combustibile, fossile e nucleare.

Secondo questo grafico basato su dati del 2006, al consumo attuale (cioè del 2006), le risorse combustibili naturali (legno,carbone e derivati) avevano una prospettiva di durata di 100 -120 anni; le risorse di combustibile fossile (petrolio greggio e suoi derivati) invece sarebbero terminati entro 70-80 anni; il combustibile nucleare puro (uranio, plutonio) invece sarebbe terminato entro 30-40 anni, dopo di ciò sarebbe rimasto solo combustibile di tipo secondario di minore efficienza a parità di materiale e scorie.

Il mio punto di vista è che stiamo investendo su di una tecnologia morta, una tecnologia in cui era giusto investire nel passato: investire sul nucleare attualmente porterebbe ad un grosso investimento in una tecnologia che rimarrebbe, con molta probabilità, non sfruttata.

Per quanto infatti il nucleare possa essere una fonte di energia non inquinante e a costo zero, dobbiamo fare i conti con le risorse di combustibile fissile, che sono inevitabilmente destinate all’aumento di costo, portando così a minori profitti.

Da quando ho iniziato a seguire conferenze e ad informarmi in ambito universitario sull’energia nucleare, i rischi e le applicazioni sono cambiate molte cose: prima fra tutte è cambiata l’amministrazione comunale castiglionese con il voto del 15 Maggio. La mia speranza è che si valuti una concertazione con il comune di Scarlino per un fronte comune contro il nucleare.

Nota: il referendum del 12 e 13 Giugno 2011 è un referendum ABROGATIVO, quindi la risposta da dare sarà [SI] nel caso si voglia abrogare/annullare la legge che prevede la costruzione di centrali nucleari sul territorio nazionale, mentre la risposta per chi è favorevole alla loro costruzione sarà [NO].

Per saperne di più:

digitare su qualsiasi motore di ricerca “lista siti nucleari in Italia”

risorse e consumo di energia nel mondo

Centrale elettronucleare.

Campionato 2010/2011:

Squadra orgoglio della frazione, per la Polisportiva è tempo di resoconti, di guardare alla stagione 2010/2011 per pianificare il futuro della squadra.

Ad inizio stagione il presidente Michele Renzetti conferma l’allenatore Bartalucci, il quale a sua volta conferma ben 14 giocatori della rosa impiegata la stagione precedente: il suo obiettivo è la salvezza, e per raggiungerlo mira ad un gruppo solido e coeso.

Il Campionato: Seconda categoria Girone F

Nella prima partita di campionato il Vetulonia affronta il Saline con la seguente formazione: Giovannelli, Milani ( dal 23′ st Fidanza), Bartalucci, Di Fiore, Criscuolo, Gorelli, Friani, Sgaragli, Severi, Mancini (dal 30′ st Galeotti), Fiacchi. A disposizione: Nerozzi, Poli, Caletti.

Finisce 1-1.

Il Campionato prosegue con alti e bassi, soprattutto fanno male le sconfitte con Marciana Marina (5-2) e con Suvereto (1-4) che aprono una serie di partite che portano l’Etrusca a toccare il penultimo posto, annientando l’entusiasmo in società per l’arrivo di Saletti dal Braccagni, e a sentire odore di play out.

A fine girone di andata la Polisportiva Etrusca Vetulonia è a quota 13 punti in piena zona retrocessione.

Alla ripresa dopo il riposo invernale la squadra ancora non convince: il pari con il S.Vincenzo, ultima della classifica, costa il posto di mister Bartalucci che viene preso da Gorelli. Il cambiamento si sente, e sono i ragazzi i primi a dimostrarlo: la squadra si fa cinica,  portando a casa punti preziosi con le grandi e sprecando davvero poco, vince contro l’Elba 2000, pareggia con il grande Venturina, castiga Valpiana e Solvay Ponteginori, confina in ultima posizione il Guardistallo, prima di travolgere Riotorto con 7 reti e finire il campionato pareggiando con i vincitori di Montieri.

L’obiettivo salvezza è centrato: gli etruschi dalla zona play out si sono fatti protagonisti di una rimonta epica, sfiorando addirittura la zona play off, chiudendo il campionato in Sesta posizione a 40 punti.

Il campionato è finito da poco, ma già si guarda alla stagione 2011/2012,

In Bocca al Lupo ragazzi.      

…1000 Candele per 1000 Cuori

Castiglione della Pescaia, Giovedì 2 Giugno 2011, ore 22:00, le luci del paese si spengono, solo la luna e le stelle rimangono ad illuminare il castello, il ponte, la piazza, la portaccia e la marina: poi le luci di 1000 candele.

Nel 150° anniversario dell’unità d’Italia, Mario il Mostro lancia l’iniziativa nel giorno della festa della Repubblica, per ricordare la spedizione dei Mille.

Il Mostro si inspira alla canzone di Massimo Bubola “Camicie Rosse”, in cui si canta poeticamente che i cuori dei mille garibaldini si tramutarono in mille stelle nel cielo, e ai commenti dei piacevolmente sorpresi villeggianti stagionali, che riscoprono le stelle nel cielo castiglionese, dopo un inverno in cui sono state troppe volte nascoste dalle nuvole, lampioni e smog cittadino.

Iniziativa è lanciata dal neoconsigliere di opposizione, ma aperta a tutti coloro che vogliono festeggiare l’Italia sia come nazione, sia come stato, dal 1871 a oggi.

ecco qui il video della canzone:

Incidente sulla Castiglionese

Pubblicato: 17 maggio 2011 in Attualità

Alle ore 17:20 di oggi, un Daihatsu  Terios grigio capovolto giaceva sulla banchina al km 17  della Strada Provinciale “Castiglionese”, proprio all’uscita del centro abitato, destando giusta preoccupazione tra gli automobilisti subito accorsi e rallentando per pochi attimi il traffico.

L’intervento tempestivo dei passanti e della Polizia Municipale ha ristabilito la circolazione sulla parallela interna Strada Comunale delle Strette.

Non è la prima volta che si sente parlare del km 17 : questo perché uscendo dal centro abitato si va subito in contro ad una curva “ a gomito” verso sinistra di oggettiva pericolosità,  inoltre il divario tra l’asfalto e la banchina erbosa raggiunge in alcuni punti della carreggiata i 5-6 cm di altezza.

A poco sembra essere servito il recente rifacimento del manto stradale e della segnaletica orizzontale : il tratto di strada in questione rimane strettamente collegato ad incidenti che non sempre prudenza e sicurezza alla guida riescono ad evitare.

 

HOCKEY CLUB CASTIGLIONE

Pubblicato: 17 maggio 2011 in H.C. Castiglione, Sport

Una primavera piena di appuntamenti con campionati provinciali e regionali

Il pattinaggio a rotelle ritorna a Castiglione della Pescaia

dopo lo stop forzato per la ricostruzione del tetto, il Casa Mora si aggiudica due gare


Castiglione della Pescaia. Le fasi provinciali e regionali hanno costellato di impegni il calendario dell’H.C. Castiglione: dopo un anno di allenamenti fuori porta per i lavori al palasport, la società ha ritrovato la pista di casa, riuscendo subito ad aggiudicarsi il Campionato Provinciale Uisp del 18 Marzo ed il Campionato Regionale Uisp dell’8 Maggio. I giovani atleti della società castiglionese si sono distinti nei campionati regionali di varie categorie: per la categoria Piccoli Azzurri, Filppo Guidi si è classificato secondo negli esercizi obbligatori e negli esercizi liberi a Firenze; a S. Rocco a Pilli nella categoria Primavera, Raffaele Campana è arrivato primo negli obbligatori e secondo nel libero, mentre Camilla Neri Ser Neri ha centrato la qualificazione al campionato nazionale negli obbligatori; per la categoria Allievi Uisp Letizia Ciottoli ha conseguito buoni piazzamenti sulla pista di Pistoia; nei Cadetti Lucrezia Campani non ha gareggiato a causa di un infortunio, mentre Sofia Viti non si è fatta intimidire da un dito microfratturato e si è classificata undicesima; Ahlem Achour nella categoria Formula 4b Uisp ha centrato una ottima medaglia di Bronzo. Gli allenatori dell’H.C. Silvia Vannuccini, Sara Gemignani e Giulia de Salvatore non hanno però tempo di pensare ai risultati già ottenuti in queste fasi regionali: si prospetta per loro l’arduo compito di programmare la preparazione per i campionati nazionali in programma per Giugno e Luglio, vero ed ambito traguardo della preparazione invernale.

Giancarlo Farnetani è Sindaco

Pubblicato: 16 maggio 2011 in Attualità

Le elezioni si sono appena concluse, ecco i risultati:

 Insieme per Castiglione:                                           94,76%
                   Castiglione…Oggi…l’Alternativa:                           5,23%

l’affluenza è attestata al 51,21% .

è la quinta volta che Farnetani si trova alla guida di Castiglione della Pescaia e frazioni:


a soli 25 anni  dal   9/3/1978   all’1/9/1980

(nel 1978  viene eletto dalla giunta a seguito della sospensione dalla carica di sindaco di Fedro Mirolli)

riconfermato alle urne dal   2/9/1980   al 20/9/1985
e alle amministrative dal   21/9/1985   all’8/9/1987

( nel 1987 i contrasti tra le forze politiche di PCI, PSI e PRI portano alla crisi e alla cascata di dimissioni)

eletto dalla giunta dal    9/9/1987   al 15/7/1990.

Dopo molta campagna elettorale ed una affluenza alle urne molto discussa, Castiglione ora sta a guardare in attesa di veder tramutare parole in fatti.

Ultime news dalle urne

Pubblicato: 16 maggio 2011 in Attualità

Il sito ufficiale del comune ha il server bloccato dall’affluenza mediatica.

Il ministero dell’interno sul sito ufficiale non daancora alcun risultato parziale.

Dopo 7 sezioni su 10 i risultati si attestano con:

Insieme per Castiglione:                                         95.25%

Castiglione…oggi…l’alternativa:                            4.75%