GIOCHI IN SPIAGGIA PER GLI ANZIANI: UNA INIZIATIVA SENZA BARRIERE PER LA TERZA ETA ’

Sabato 14 settembre si svolgerà la manifestazione “Fantasia di giochi” che vedrà impegnati gli anziani ospiti delle case di riposo della zona, per una giornata di incontro e di gioco al piazzale ex Marystella

 

Sport e giochi senza barriere per la terza età sono le parole d’ordine della manifestazione “Fantasia di giochi” che si svolgerà sabato 14 settembre a partire dalle ore 15.00 al piazzale ex Marystella e che vedrà protagonisti gli anziani ospiti delle case di riposo della zona. L’incontro è stato ideato dalla cooperativa Arcobaleno insieme all’assessorato alle politiche sociali, all’assessorato allo sport del Comune di Castiglione della Pescaia e al Coeso con la collaborazione delle associazioni di volontariato castiglionesi. Un pomeriggio all’insegna del gioco e dello stare insieme a cui parteciperanno i nonni della Casa Albergo di Castiglione della Pescaia, della Rsa Falusi di Massa Marittima, della Rsa Ferrucci di Grosseto e della Rsa Marina di Levante di Follonica accompagnati dalla conduzione di Carlo Sestini e dj Paco che animeranno con musica e intermezzi umoristici la serata. Saranno formate delle squadre, seguite dal personale delle strutture di riposo e dai volontari delle associazioni, che si sfideranno con simpatici giochi, non strettamente competitivi, accompagnati dal sottofondo musicale anni ’50 e ’60. La premiazione finale, che coinvolgerà tutti i partecipanti, sarà seguita dal buffet di chiusura. “Una occasione per stare insieme ai nostri anziani, per farli divertire e socializzare – dice il consigliere alle politiche sociali Sandra Mucciarini -. Per ideare questo evento, ci siamo ispirati al titolo appena vinto che consacra Castiglione della Pescaia come Comune Europeo dello Sport: un riconoscimento che si basa su principi di responsabilità e di etica destinati all’unità civile e alla condivisione dei capisaldi che regolano il mondo sportivo. Gli obiettivi che ci poniamo sono cercare di favorire la nascita di relazioni interpersonali significative tra gli ospiti delle strutture di riposo e i cittadini, dare agli anziani l’opportunità di sentirsi protagonisti mostrando le loro abilità e poi, non ultimo, farli divertire. Per questo ringrazio tutte le associazioni di volontariato e tutti coloro che hanno collaborato per averci permesso di realizzare questa manifestazione”. 

1 Comment

  1. ma invece di portarli fuori una tantum , perché non finite la casa di riposo che da 30 anni circa marcisce e dove potrebbero “giocare” tutti i giorni ?!?! grazie Simona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...